INTERVISTA\ Epifania in bicicletta. Con MICHELE PITTACOLO ripercorrendo il 2012, attendendo il brivido della Paralimpiadi londinesiVersione stampabile


immagine sinistra
MICHELE PITTACOLO, che corre per la Società Ciclistica Fontanafredda, in questa intervista racconta la sua stagione agonistica 2011 ed il sogno che si sta avvicinando a grandi passi: le Paralimpiadi a Londra di fine agosto 2012.


Ad una delle prime uscite stagionali del 2011, Campionati Mondiali di Ciclismo Paralimpico su Pista di Montichiari (Brescia). nell'inseguimento a 4km, arrivasti ottavo.Cosa non funzionò?

Che la pista non è la mia specialità, 15 giorni prima sono stato debilitato da un virus intestinale che mi ha fatto perdere abbastanza forze.

Il mese di aprile 2011 fu la volta della Prima Edizione del Campionato italiano paralimpico MTB di Spilimbergo (PN). Un campionato fortemente voluto da te. Sei rimasto soddisfatto dell'organizzazione e della risposta di partecipanti? Si rifarà?

Si, molto soddisfatto. Era una cosa che volevo in prima persona ,grazie a Giuseppe Rossi e a tutta la Trivium che ha organizzato la manifestazione. Mi è un po dispiaciuto che la federazione non fosse presente a questo bellissimo evento, Al 90% si rifarà a Spilimbergo, sempre per la grande passione del grande amico Giuseppe Rossi, il 15 aprile prossimo.

A maggio 2011 sei volato a Sidney, per la Prima Prova Coppa del Mondo su Strada,dove hai fatto tua la prova su strada e hai ottenuto un Bronzo nella crono. Cosa ricordi di quella trasferta?

Trasferta bellissima. Siamo riusciti anche a vedere il centro di Sidney. La gara su strada che ho vinto è stata fantastica e ho capito finalmente che nelle gare su strada ero il più forte perché ho battuto il corridore più in forma: il ceco JIRJ BOUSKA.

Memorabile la fuga a due con il ceco JIRI JEZEK alla terza edizione "Piacenza Paracycling" a cui hai tolto di mano il titolo. Come andò?

Altra bella soddisfazione e conferma che nelle gare su strada ero il più forte. Gara dura, percorso difficile. Per vincere bisogna essere in forma. Dopo pochi chilometri siamo rimasti da soli. Nel finale lui, sapendo che io ero il più veloce in caso di arrivo in volata, ha provato in tutti i modi a staccarmi ma non ci è riuscito. Sono arrivato veramente stanchissimo e con la mano destra bloccata per i miei problemi ai nervi.

Ai Mondiali su Strada Danesi quinto posto nella Crono . T'arrabbi quando stai fuori dal podio?

Ho fatto una bellissima prova, ma non contentissimo. Ero un pò nervoso. Nel primo giro non mi ero sbloccato. Poi al secondo giro sono andato forte ma non mi è servito per raggiungere il podio. Al mondiale per fare la differenza devi essere al top.

Una stagione 2011 da incorniciare la tua. E lo hai fatto con un momento dedicato a tutti coloro che ti sono stati vicino, lo scorso 25 novembre 2011, in Località Camino al Tagl.to (UD). Cosa o chi ti ha commesso in quella serata?

Stagione bellissima. PRIMO nel ranking mondiale con 30 punti di vantaggio sul ceco Jezek, quindi da maggio fino a settembre sono andato veramente forte. Dopo il mondiale, invece di fare festa come i calciatori, mi sono impegnato ancora vincendo anche a Belgrado sia la crono che su strada, poi gli italiani su pista a Montichiari. La festa è stata veramente bella.

Nel 2012 per MICHELE PITTACCOLO c'è....

Già da 2 mesi mi sto allenando per i Mondiali su Pista di Los Angeles dal 10 al 12 febbraio 2012. Poi ci sarà un appuntamento che vengono i brividi solo a pensare: PARALIMPIADI a LONDRA... da bambino sognavo di partecipare ad un olimpiade. Dopo il mio grave incidente ho avuto la forza e la volontà di reagire. E il mio sogno si è realizzato. Farò di tutto per salire sul podio.


Nella foto: MICHELE PITTACOLO, al CONI di Roma, il 20 dicembre scorso, in occasione del Giro d'Onore a cui hanno partecipato tutti i campioni del mondo e medagliati mondiali del 2011 di tutte le categorie e discipline ciclistiche.

 



06/01/2012

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico