INTERVISTA\ MAURO CATTAI Tra Venicemarathon, famiglia e natura.Versione stampabile


03/08/2009

Abbiamo posto alcune domande a Mauro Cattai, che ringraziamo, protagonista della I° Coppa Internazionale di ciclismo Paralimpico del 25 e 26 luglio 2009.

Che preparazione hai svolto per arrivare al meglio della condizione fisica a questa I° Coppa Internazionale di ciclismo Paralimpico?

La preparazione inizia ai primi di gennaio, quest’anno aiutato da un amico preparatore. Prevede dei cicli specifici abbastanza impegnativi ed un impegno quotidiano. Purtroppo lavorando a tempo pieno il tempo a disposizione è poco e riesco a ritagliare solamente circa un’ora e mezza durante la pausa pranzo. Nei periodi più caldi la seduta slitta alla mattina alle 5.30 oppure alla sera alle 20.00 dopo il lavoro. I lavori più lunghi li svolgo alla domenica (le poche libere da gare) e al lunedì, giorno di riposo dal lavoro. Fortunatamente quest’anno ho avuto una grossa mano da mia moglie, mio figlio (piccolo campione di ciclismo giovanile) e alcuni amici che sono riuscito a far appassionare a questo splendido sport della bicicletta e spesso mi accompagnano negli allenamenti.

Com'è andata questa I° Coppa Internazionale di ciclismo Paralimpico?

Direi che un 5° posto in classifica generale della mia categoria, 2° degli italiani è sicuramente una bella soddisfazione in una gara di questo livello, considerando che quasi tutti oramai sono praticamente dei professionisti e si dedicano a tempo pieno allo sport. Tra l’altro mi sono piazzato meglio anche rispetto ad alcuni convocati con la squadra nazionale in vista dei prossimi mondiali a settembre, quindi una piccola soddisfazione in più oltre ad un po’ di amaro in bocca.

Capitolo Dopping. Si fa abbastanza per contrastarlo secondo te?

E’ una domanda un po’ delicata e preferisco rispondere solo per quello che riguarda la mia esperienza. Sono diversi anni che pratico questo sport e ho fatto tantissime gare, non ho mai fatto o saputo che in nessuna delle gare a cui ho partecipato siano stati fatti dei controlli. Per sentito dire solo pochissimi sono stati controllati, e questo credo sia già sufficiente per trarre delle conclusioni non positive.

Il risultato tuo che più ricordi favorevolmente?

Le quattro vittorie alla Venicemarathon sono sicuramente un bel ricordo, ma i momenti che questo sport mi ha regalato in mezzo alla natura magari in compagnia della mia famiglia o qualche amico sono qualcosa di impareggiabile.



Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico