TENNISTAVOLO - Amine Kalem sbanca il Lignano Master Open. Bronzo per Giada RossiVersione stampabile


immagine sinistra
Giornata intensa di emozioni al Lignano Master Open, monopolizzata dagli incontri decisivi, che hanno assegnato i podi delle gare di singolare di classe. Gli azzurri hanno conquistato un oro e tre bronzi. In classe 9 Amine Kalem (nella foto di Domenico Vallorini) ha dominato (3-0) in semifinale l’ungherese Dezso Bereczki e in finale ha riservato lo stesso trattamento al russo Iurii Nozdrunov, autore in semifinale dell’eliminazione del giapponese Koyo Iwabuchi. In tutto l’talo-tunisino, che è in attesa di avere la certezza di partecipare ai Giochi di Rio de Janeiro, ha lasciato agli avversari solo un set in tutto il torneo. Nel girone unico della classe 2 femminile Giada Rossi si è piazzata terza alle spalle della thailandese Chilchitraryak Bootwansirina e della francese Florence Gossiaux-Sireau. In classe 3 medaglia di bronzo, insieme con la thailandese Dararat Asayut, per Michela Brunelli, bravissima a eliminare nei quarti la turca Hatice Duman, bronzo in singolare e argento a squadre agli ultimi mondiali. In semifinale l’ha fermata (0-3) la croata Andela Muzinic, che in finale ha dovuto arrendersi alla svedese Anna-Carin Ahlquist, numero 1 al mondo e oro paralimpico a Londra 2012. Ottimo terzo anche Federico Crosara in classe 2, eliminato (0-3) in semifinale dall’ucraino Oleksandr Yezyk, che poi ha conquistato l’oro, per 3-1 sul serbo Goran Perlic. Bronzo con l’azzurro il francese Damien Bedos.

In classe 4-5 la finale ha visto la tedesca Sandra Mikolaschek superare per 3-0 la thailandese Wijittra Jaion. Terze a pari merito la britannica Susan Gilroy e la taipeana Pi-Chun Lu. In classe 6 la croata Sandra Paovic ha prevalso per 3-2 sull’ucraina Maryna Lytovchenko. Terzo gradino del podio per la russa Raisa Chebanika e l’ucraina Antor Khodzynskaya. La turca Kubra Ocsoy ha fatto sua la classe 7, superando l’ucraina Kateryna Valdes. Eliminate entrambe al quinto set in semifinale l’olandese Kelly Van Zon e la russa Ulija Shishkina e dunque medaglie di bronzo. In classe 8-9 la turca Nelishan Kavas ha avuto la meglio per 3-0 sulla tedesca Lena Kramm. Bronzo per la russa Olga Komleva-Gorshkaleva e la norvegese Aida Dahlen. In classe 10 la croata Mirjana Lucic si è aggiudicato il titolo per 3-0 sulla turca Umran Ertis. L’altra turca Ebru Can e la romena Ioana-Monica Tepelea sono salite sul gradino più basso del podio. Nella classe 11 l’ucraina Natalya Kosmina ha sconfitto la russa Anzhelika Kosacheva. Russe anche le medaglie di bronzo Elena Prokofeva e Maria Chudinova.

Nella classe 1 maschile il tedesco Holger Nickelis si è imposto per 3-2 sul russo Dmitry Lavrov. Completano il podio il croato Daniel Lazov e il britannico Thomas Matthews. In classe 3 lo svedese Carl Alexander Mattias Ohgren non ha lasciato scampo (3-0) al giapponese Shinichi Yoshida. Medaglia di bronzo per lo sloveno Bojan Lukezic e l’ucraino Vasyl Petruniv. In classe 4 il derby turco ha premiato Nesim Turan su Abdullah Ozturk. Sconfitti in semifinale il francese Maxime Thomas e il taipeano Wen-Hsin Lin. In classe 5 la finale è andata al taipeano Ming Chih Cheng, per 3-0 sull’indonesiano Agus Sutanto. Medaglie di bronzo al taipeano Yen-Hung Lin e al britannico Jack Hunter Spivey. In classe 6 il thailandese Rungroj Thainiyom ha prevalso sul danese Peter Rosenmeier. Due bronzi ai britannici Paul Karabardak e David Wetherill. In classe 7 l’olandese Jan-Paul Montanus ha battuto l’ucraino Mykhaylo Popov. Si sono messi al collo il bronzo lo spagnolo Jordi Morales e l’altro ucraino Maksym Nikolenko.

Questione ucraino-svedese il podio di classe 8, con Viktor Didukh vincente per 3-0 su Emil Andersson in finale e Ivan Mai e Linus Karlsson terzi. In classe 10 il giovane montenegrino Filip Radovic, bronzo agli ultimi Europei, ha dettato legge (3-1) sul russo Pavel Lykianov. Terzi l’olandese Bas Hergelink e il britannico Kim Daybell. La classe 11 è andata al belga Florian Van Acker, che ha rimontato e battuto per 3-2 l’ungherese Peter Palos. Terzi posti per il russo Kemal Gayfullin e per il francese Pascal Pereira-Leal.

 FITET



18/02/2016

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico