EVENTO – Giada Rossi Guest Star alla presentazione del disco di Pablo PerissinottoVersione stampabile


immagine sinistra
Si è svolta, sabato 19 dicembre 2015, presso la sala consigliare della Provincia in corso Garibaldi a Pordenone, la presentazione del nuovo disco del cantautore pordenonese Pablo Perissinotto. “La compagnia dei solitari”, questo il titolo dell'opera che ha come “base musicale” la capacità della persona di sapere ripartire, magari anche di reinventarsi, dopo un inatteso pit stop subito dalla vita. E in questo contesto s'è inserita Giada Rossi, di Zoppola, che dopo essere stata messa in ginocchio da un tuffo in piscina un po' d'anni fa, ha saputo rialzarsi. E da seduta, con la sua carrozzina e con la sua tenacità, attraverso la disciplina del tennistavolo ha saputo costruirsi un brillante percorso agonistico. Percorso che, quasi sicuramente, a fine estate prossima, l'inscatolerà nelle tv degli appassionati di sport pronti a tifarla alle paralimpiadi in Brasile. Di “Giada” con grande emozione e ammirazione, ne raccontiamo ogni giorno. Atleti che hanno “addomesticato” uno sport fino a cucirselo addosso, al di là dell'handicap e di ogni barriera, fisica e mentale . Assieme a Giada, i presenti, hanno ascoltato, con intermezzi musicali di Perissinotti, il campione di ciclismo Davide Cimolai.

E chissà che nel prossimo album il cantautore pordenonese, nell'occasione accompagnato dei chitarristi Ivan Geronazzo e Alberto Milano e dal giovane pianista Enrico Perlin non trovi spazio un brano dedicato ad un atleta paralimpico 'made in Friuli Venezia Giulia” come è accaduto per “Alex lo sa” canzone dedicata ad Alex Zanardi e sabato presentata dalla campionessa paralimpica.


Foto di Giada Rossi

momenti della presentazione del libro di Pablo Perissinotto “La compagnia dei solitari”


Foto 1

Foto 2

Foto 3

Foto 4



21/12/2015

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico