HOCKEY IN CARROZZINA – Finali nazionale dei campionati a Lignano. Scudetto bis per PadovaVersione stampabile


immagine sinistra
Le Fasi finali del campionato del ventennale della Federazione Italiana Wheelchair Hockey, che si sono svolte a Lignano Sabbiadoro dal 14 al 16 maggio, hanno emesso i loro verdetti: campioni d'Italia si sono riconfermati i Coco Loco Padova e sono stati promossi in A1 il Dream Team Milano e i Dolphins Ancona.

Cominciamo proprio da questi ultimi. Le quattro squadre finaliste di A2 (Dream Team Milano, Dolphins Ancona, Madracs Udine, Blue Devils Genova) hanno dato vita ad un girone all'italiana molto interessante, che ha portato alla ribalta squadre e giocatori nuovi e confermato la qualità del gioco delle altre. Qualità che, alla fine, ha fatto la differenza anche se le altre due squadre hanno venduto cara la pelle. Il verdetto della A2 era già noto da venerdì, dato che Ancona e Milano avevano vinto entrambe le partite in cui erano impegnate. Rimaneva solo da decidere, sabato mattina, chi delle due fosse arrivata prima aggiudicandosi il titolo di vincitore del campionato di A2. Al termine di una partita bella ed equilibrata hanno avuto la meglio i milanesi che si sono imposti 5-4.

La lotta per lo scudetto è stata ancor più entusiasmante e combattuta e sicuramente non adatta ai deboli di cuore. Si è iniziato venerdì 15 con la prima semifinale tra i campioni in carica della Coco Loco Padova e i Thunder Roma. I padovani, dopo un inizio incerto ed essere andati in svantaggio, riescono a recuperare e a chiudere la partita sul 5-3, nonostante la strenua resistenza dei romani.
Decisamente più combattuta e ricca di colpi di scena l'altra semifinale, quella tra gli Sharks Monza e la Vitersport Viterbo, alla loro prima esperienza alle Finali. Questi ultimi sembrava avessero la partita in mano, tanto da iniziare l'ultimo quarto in vantaggio 8-4. I brianzoli, però, da squadra coriacea e combattiva quale sono, non si sono dati per vinti e sono riusciti ad agguantare il pareggio (9-9) che li ha portati ai supplementari. La maggior esperienza in fatto di finali degli Sharks (nonostante il malore di Luca Vanoli, costretto a lasciare il campo) e il calo psicologico della Vitersport probabilmente ha fatto la differenza: alla fine, il diritto di sfidare la Coco Loco Padova nella finalissima per lo scudetto se lo aggiudicano i primi, chiudendo la partita 11-9.
Sabato 16 si disputano le due finali. Quella per il terzo posto vede di fronte le due perdenti del giorno prima, Vitersport e Thunder. Anche questa, ovviamente (e non poteva essere diversamente), è stata una partita combattuta ed incerta fino alla fine: forti dell'amara esperienza del giorno prima, i viterbesi sono stati più attenti a non farsi raggiungere e alla fine vincono 8-7, aggiudicandosi così il terzo posto.

A seguire, la finalissima per lo scudetto del ventennale della FIWH: Coco Loco Padova - Sharks Monza. Partita che non ha deluso le attese e che ha seguito il filo conduttore di queste finali: ben giocata da entrambe le squadre, combattuta, incerta e ricca di colpi di scena.
I campioni d'Italia partono subito forte imponendo il proprio gioco, anche se gli Sharks non stanno certo a guardare. Comunque, a metà gara la Coco Loco conduce 2-0. La seconda metà della partita, però, la gestiscono meglio i brianzoli che, a meno un minuto dal termine, agguantano il pareggio: 2-2. Ai padovani, probabilmente, sembra di essere tornati indietro di un paio di anni quando vennero raggiunti dai Thunder Roma a pochi secondi dalla fine e poi persero la partita scudetto ai supplementari.

Si va, quindi, anche in questo caso ai supplementari: questa volta, però, forti anche della negativa esperienza del passato, i giocatori della Coco Loco Padova non si fanno sorprendere e chiudono la pratica scudetto vincendo 3-2, confermandosi per la seconda volta consecutiva Campioni d'Italia.
(per vedere le due finali: https://www.youtube.com/watch?v=O2XN5njKJms&feature=youtu.be).
Questa, quindi, la classifica finale del 20° campionato FIWH: 1- Coco Loco Padova; 2- Sharks Monza; 3- Vitersport Viterbo; 4- Thunder Roma.
Da segnalare che sono stati premiati anche Claudio Comino (Madracs Udine) come miglior giocatore delle Finali oltre che come capocannoniere della A2, Giovanni Camponesco (Albalonga di Albano) come capocannoniere della A1 e Fiorenzo Gangoni, dirigente dei Lupi Toscani di Firenze, per il suo impegno e la sua passione per questo sport.

In conclusione, sono state delle Finali di altissimo livello, sia dal punto di vista tecnico con momenti agonistici incredibili, che dal punto di vista emotivo ed emozionale. Giocate sempre all'insegna del fair play e del massimo rispetto, sia in campo che fuori.
D'altra parte, non poteva essere diversamente: questo è il wheelchair hockey, la vera passione sportiva!!


fonte e foto: FIWH.ORG

 


Foto 1

Foto 2

Foto 3

Foto 4

Foto 5

Foto 6

Foto 7

Foto 8

Foto 9

Foto 10

Foto 11

Foto 12

Foto 13

Foto 14

Foto 15

Foto 16

Foto 17

 



19/05/2015

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico