CANOTTAGGIO .- Campionato Italiano di Indoor Rowing a Muggia I risultatiVersione stampabile


immagine sinistra
Diciannove i titoli tricolori (10 maschili e 9 femminili) assegnati domenica 11 gennaio in quel di Muggia (Trieste) al Campionato Italiano Indoor Rowing, specialità del canottaggio a “secco”. Le categorie in gara erano Senior, Under 23, Pesi Leggeri, Esordienti, Para-Rowing, Junior e Ragazzi. Nella categoria Para-Rowing è arrivata la doppietta per la Canottieri Gavirate (Simone Bardelli - LTA maschile e Elisabetta Tieghi - LTA ID femminile). Un titolo a testa, infine, alla SC Armida (Davide Dapretto - AS maschile), al CC Aniene (Daniele Stefanoni - TA maschile), alla SC Ravenna (Maria De Rosa - TA femminile), al CC Roma (Valentina Grassi - LTA femminile) e alla SC Lario (Luca Varesano - LTA ID maschile).

La regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha quindi avuto l'onore di tenere a battesimo la stagione agonistica 2015 che culminerà, all’inizio di settembre, con le qualificazioni olimpiche previste durante il mondiale assoluto di Aiguebelette (Francia).


LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.


Risultati completi



12/01/2015

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Ottobre  >>
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico