CICLISMO – Michele Pittacolo fra passato, convalescenza e futuro ruggisceVersione stampabile


immagine sinistra
Michele Pittacolo, ciclista della Società Ciclistica Fontanafredda, fa il punto dopo l'infortunio che ha avuto in allenamento il 17 agosto scorso mentre ultimava, assieme alla squadra Azzurra, la preparazione ai Mondiali che da lì ad una decina di giorni si sarebbero tenuti in Canada e di cui sarebbe stato sicuro protagonista. Lo fa in questa intervista rilasciata a fvgsportchannel.com. Una stagione stoppata quel giorno ma che rivive col rewind della memoria e in cui trova un ritmo rock, con vittorie in Coppa Europa. Forte e chiaro da quest'intervista arriva il messaggio d'amore di Michele, che nel frattempo ha spento 43 (quarantatrè) candeline, per la bicicletta. Corteggiamento iniziato a 13 (tredici) anni e che ancora continua. L'atleta di Varmo del Friuli è uno che mai si risparmia, mai non calcola. Lo dimostra la sua partecipazione, quest'anno, alla prima edizione del Giro del Friuli per quel che concerne la categoria paralimpica, nonostante i timori e le perplessità del commissario tecnico Azzurro Valentini. Un infortunio (poi purtroppo avverrà lo stesso in altro loco) che avrebbe potuto compromettere la stagione. Lui non solo c'è e convince della sua brillantezza tecnica. Ma vince. In coda al servizio  quell'appuntamento magico che si chiama Paralimpiade, la prossima del Brasile 2016 in agenda del Pittacolo, che fa capire come il nastro del suo percorso da atleta e campione paralimpico non si sia rovinato come le sue vertebre in quella caduta d'agosto.


01/10/2013

Guarda Intervista

Accesso WebMail

Utente:
Passwd:

Calendario Nazionale Eventi

<<  Novembre  >>
LMMGVSD
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

Partner

  • Tesseramento Online
Superabile
IpcEpc
© 2010 - Comitato Italiano Paralimpico